Nissan realizza Solar Tree, girasole fotovoltaico per ricaricare auto elettriche in wireless

Nissan entra nel fotovoltaico con Solar Tree, una stazione “speciale” per l’energia solare che coniuga design, tecnologia, innovazione. Il Solar Tree di Nissan è un oggetto che guarda direttamente al futuro. Si tratta di un vero e proprio “albero” con pannelli solari al posto delle foglie per ricaricare veicoli elettrici senza utilizzare cavi.
I suoi pannelli sono in grado di orientarsi automaticamente per seguire l’orientamento del sole, come fossero dei semplici girasoli, ed assorbire quanta più energia possibile e consentiranno poi di ricaricare qualsiasi veicolo elettrico posto nelle vicinanze sena dover collegare alcun filo. In questo modo sarebbe possibile semplicemente avvicinarsi con l’auto all’albero solare e attendere che il veicolo si carichi in wireless. Solar tree ha anche un’alòtra interessantissima applicazione dato che è in grado dare sollievo anche dal caldo dell’estate riducendo la temperatura nelle immediate vicinanze grazie ad una nebbia sottile emessa dai bordi dei pannelli e proteggendo anche dai raggi Uv diretti.
L’energia immagazzinata può essere utilizzata in misura pari al 30%, infatti i pannelli insieme possono generare 20Kilowatt di potenza. Gli esperti stimano che una foresta di mille alberi solari sia sufficiente a soddisfare il bisogno energetico di 7mila famiglie. Solar Tree è alto ben 12 metri ma purtroppo ad oggi non conosciamo ancora veicoli compatibili con tale tecnologia.
Il prototipo è stato presentato al Ceatec 2010, fiera che si tiene a Chiba in Giappone. Il progetto sembra davvero futuristico, ma non così lontano. Quando il design si può definire biomimetico.
Nissan dimostra così di puntare alla creazione di autovetture che salvaguardino l’ambiente.
Quella degli alberi fotovoltaici non è una idea nuova, leggi l’articolo correlato sul sito mgenergy.it e vedi il video.

1 comment for “Nissan realizza Solar Tree, girasole fotovoltaico per ricaricare auto elettriche in wireless

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *