PlanIt Valley, progetto di una supercittà ecosostenibile dotata di intelligenza artificiale

Sorgerà in Portogallo e precisamente a Paredes, nel distretto di Oporto. Si tratta di una città molto particolare: sarà frutto di ricerche e progetti di un gran numero di professionisti per diventare un esempio di città completamente ecosostenibile e dotata di intelligenza, come s ea comndarla fosse un cervello umano. Tra un anno inizieranno a insediarsi le prime persone ed entro il 2015 tutto sarà terminato a regola d’arte. PlanIT Valley utilizzerà una rete di sensori molto simile a un sistema nervoso per la raccolta dati e il controllo della città. Gli edifici sono progettati come esagoni per massimizzare lo spazio, i tetti delle case saranno ricoperti di vegetazione per assorbire pioggia e sostanze inquinanti e scaldare di più; un controllo da remoto del consumo di acqua ed energia elettrica per evitare sprechi; un computer in ogni casa per misurare i livelli di umidità e non solo la temperatura e calcolare in che modo dispensare il calore o l’aria condizionata; un programma di riciclo di materiali, dall’acqua (per esempio quella usata per cucinare viene riutilizzata nel wc) ai rifiuti solidi, che non lascerà nulla al caso.
Il progetto sarà realizzato dalla società PlanIT. La nuova eco-città pianificata in Portogallo prenderà spunto dalla biologia, utilizzando un computer centralizzato che fungerà da “cervello” per controllare le funzioni come l’uso delle acque, trattamento dei rifiuti e il consumo di energia. È il più grande tentativo di “metabolismo urbano” che si sia mai provato. Per esempio si cercherà di filtrare le acque di scarico con bambù e altre piante che le purifichino, per poterle riusare per esempio nell’irrigazione e risparmiare; oppure si arriverà a riciclare fino all’80 per cento della spazzatura prodotta. I rifiuti organici diverranno energia elettrica, ma anche carburanti per far viaggiare le auto e i mezzi pubblici; l’alluminio si trasformerà in idrogeno per spingere le macchine di nuova generazione. Inoltre ci sarà un particolare sistema di rilevamento che permetterà di monitorare i bambini perduti e collegarli con i genitori. Applicazioni speciali sapranno informare i residenti sul traffico e altri problemi locali. La Planit Valley sarà la prima comunità di innovazione e sviluppo auto-sostenibile nel mondo. La scelta del Portogallo è stata fatta per il Piano Tecnologico, la scommessa nelle energie rinnovabili e nelle soluzioni innovatrici per il trattamento di rifiuti e delle acque.
Ma PlanIT Valley non è la prima città eco-sostenibile presente nei progetti mondiali: prima di essa c’erano già la Masdar city e la Sub biosphere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *