Tecnologia italiana premiata a Londra

Il nuovo proiettore Coemar Reflection è stato il vincitore del premio “PLASA Award for Innovation”, fiera londinese che ha riunito dal 12 al 15 settembre il gotha mondiale dell’illuminazione per lo spettacolo.L’innovazione in questo progetto sta nel fatto che questi proiettori sfruttano, per la prima volta con un led, le proprietà fisiche di riflessione della luce.  I progettisti hanno dunque avuto l’illuminazione di proiettare la luce dei LED su una superficie specchiante.
Reflection introduce un’innovativa sorgente di luce “Multi-LED” che, posizionata frontalmente e assialmente ad una parabola, emette in riflessione un fascio di luce uniforme senza pixel o punti, con una miscelazione di colori pressoché perfetta che copre tutto lo spettro di tonalità e consente di ottenere bianchi da 3200 K a 9000 K.
Le palette colore permettono di scegliere tra le modalità CMYK o RGB e di selezionare digitalmente, da librerie interne, tonalità ottenibili tradizionalmente con filtri gel standard. Il movimento motorizzato della sorgente luminosa, rispetto al riflettore parabolico, genera uno zoom lineare da 10° a 17° (½ peak angle) e da 16° a 25° (1/10 peak angle). Reflection consuma solo 190 W alla massima potenza luminosa. La gamma Reflection comprende i modelli Full Spectrum e Vari White, disponibili entrambi nelle versioni black, silver e white.

Questa è stata una scelta tecnologica che, proprio come l’uovo di colombo, è riuscita a risolvere tutti i problemi normalmente riscontrati in un Led utilizzando un elementare principio di fisica della luce.

Il nuovo proiettore sarà nei negozi agli inizi di novembre del 2010 e si avvia a diventare un punto epocale nell’evoluzione della luce per lo spettaocolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *