Arrivano dal Giappone speciali robot per assistere i malati

Si tratta di nuovi robot tuttofare che sono una sorta di vero e proprio assistente per i malati affetti da gravi patologie come la demenza. questi speciali robot aranno tutte le funzioni degli assistenti dei pazienti e sono in grado di
di interagire con il mondo esterno e di fornire ai malati le giuste indicazioni da mettere in pratica. Un’applicazione motlo utile per esempio nel ricordare ai malati quando e in che dose prendere i farmaci giusti, evitando banali dimenticanze che spesso possono portare a gravi conseguenze. Questo prodotto dell’innovazione tecnologica riesce a memorizzare la voce e i tratti somatici della persona da assistere e si rivela abile nel ricordare tutte quelle scadenze che riguardano la vita quotidiana dei malati.
Per il momento è disponibile solo il prototipo di quello che sarà un robot eventualmente pronto nel corso dei prossimi cinque anni. Il tutto è frutto di un rapporto di collaborazione tra l’Università di Tokyo e l’Istituto nazionale per le scienze industriali e le tecnologie avanzate.
Per ora è solo un prototipo ma gli inventori si stanno impegnando a realizzare una versione pronta per l’utilizzo sul campo entro cinque anni.
Il robot, di forma cilindrica, di 40 centimetri di altezza e del peso di 5 chilogrammi, immagazzina e ricorda informazioni su scadenze della vita quotidiana, come il calendario delle medicine da prendere o il giorno in cui è prevista una visita medica prenotata, e “presta” il suo udito all’assistito, facendogli sapere, in mancanza di reazione in tempi brevi, che qualcuno sta suonando alla porta. In questo modo la qualità della vita dei pazienti ne avrebbe un grande giovamento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *