Arrivano le nuove magliette spray: basta spruzzare sul tuo corpo e avrai una seconda pelle (video)

Quante volte vi capita di non trovare le vostre magliette nell’armadio o magari avete litigato con la vostra moglie e lei per ripicca non ve le ha stirate? Nessun problema. Ecco le nuove singolari magliette della Fabrican Ltd. Si tratta di magliette a dir poco tecnologiche, basate su polimeri, solventi e fibre di cotone. Stiamo parlando della maglietta soprannominata “Spray-on Fabbric”, un particolare tipo di abito che si adatta come una seconda pelle al corpo umano. Viene applicato con uno speciale spray che non appena spruzzato sulla persona si trasforma dopo qualche istante in tessuto, ottenendo così una vasta possibilità di t-shirt, abiti, pantaloni, costumi da bagno e cappelli.
L’azienda Fabrican ltd, della quale il proprietario è lo stesso Torres, per ottenere questo risultato ha collaborato con Paul Luckham, un docente di tecnologia delle particelle presso l’Imperial College di Londra.

Quante volte vi capita di non trovare le vostre magliette nell’armadio o magari avete litigato con la vostra moglie e lei per ripicca non ve le ha stirate? Nessun problema. Ecco le nuove singolari magliette della Fabrican Ltd. Si tratta di magliette a dir poco tecnologiche, basate su polimeri, solventi e fibre di cotone. Stiamo parlando della maglietta soprannominata “Spray-on Fabbric”, un particolare tipo di abito che si adatta come una seconda pelle al corpo umano. Viene applicato con uno speciale spray che non appena spruzzato sulla persona si trasforma dopo qualche istante in tessuto, ottenendo così una vasta possibilità di t-shirt, abiti, pantaloni, costumi da bagno e cappelli.
L’azienda Fabrican ltd, della quale il proprietario è lo stesso Torres, per ottenere questo risultato ha collaborato con Paul Luckham, un docente di tecnologia delle particelle presso l’Imperial College di Londra.

Con il nuovo spray è possibile realizzare un particolare modello in meno di 15 minuti, grazie al particolare tessuto composto da fibre di cotone, polimeri e solventi, e alla sua particolare asciugatura immediata non appena colpisce la pelle. Subito dopo l’applicazione il nuovo abito può essere tolto, lavato e rimodellato in base alle proprie esigenze, in quanto può essere sciolto ed è possibile riutilizzarlo per fare qualcosa di nuovo o riparare vecchi modelli. Unico neo, a cui il designer sta già provvedendo a porre rimedio, è la riduzione al minimo dell’odore distinto del solvente impiegato per la miscela.
La maglietta è dunque dentro una bomboletta spray.
Una volta seccato il tessuto si può rimuovere come un abito normale e si può anche lavare e riutilizzare.
Il sistema trova inoltre innumerevoli applicazioni non solo nel settore dell’abbigliamento, anche il mercato farmaceutico infatti potrebbe essere interessato a cerotti o bende spray.
La ricerca va avanti, perchè gli abiti spray al momento sono ancora nella fase di studio, ma dalla ditta si dicono convinti che entro due anni saranno disponibili nei negozi. Io inizierei la dieta…

Con il nuovo spray è possibile realizzare un particolare modello in meno di 15 minuti, grazie al particolare tessuto composto da fibre di cotone, polimeri e solventi, e alla sua particolare asciugatura immediata non appena colpisce la pelle. Subito dopo l’applicazione il nuovo abito può essere tolto, lavato e rimodellato in base alle proprie esigenze, in quanto può essere sciolto ed è possibile riutilizzarlo per fare qualcosa di nuovo o riparare vecchi modelli. Unico neo, a cui il designer sta già provvedendo a porre rimedio, è la riduzione al minimo dell’odore distinto del solvente impiegato per la miscela.
La maglietta è dunque dentro una bomboletta spray.
Una volta seccato il tessuto si può rimuovere come un abito normale e si può anche lavare e riutilizzare.
Il sistema trova inoltre innumerevoli applicazioni non solo nel settore dell’abbigliamento, anche il mercato farmaceutico infatti potrebbe essere interessato a cerotti o bende spray.
La ricerca va avanti, perchè gli abiti spray al momento sono ancora nella fase di studio, ma dalla ditta si dicono convinti che entro due anni saranno disponibili nei negozi. Io inizierei la dieta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *