Nuova tecnologia teleguidata per check-up medico negli aeroporti

Arriva una nuova tecnologia teleguidata che permetterà di avere assistenza medica in aeroport. Si avrà la possibilità di fare un vero e proprio check up medico completo.

L’idea è dell’Ata Handling Spa, società del gruppo Acqua Marcia, che si occupa di assistenza a terra negli aeroporti di Milano Linate, Malpensa, Catania, Venezia e da quest’anno anche di Roma Fiumicino e Ciampino. Se ne è parlato nell’ambito del Customer Operations Workshop tenutosi a Palermo in questi giorni. La società lo ha definito l’angolo della salute affermando che sarà utile sia ai lavoratori delle compagnie aeree sia ai viaggiatori per monitorare episodi e stati di malattia a bordo degli aerei.

Non è raro avere malori in volo. In genere si tratta di disturbi minori, ma a volte il problema può risultare più importante e la causa non facile da identificare. Da qui l’idea di realizzare un sistema per fornire assistenza medica al bisogno. La nuova tecnologia permetterà infatti di esaminare in tempo reale e pervenire con tempestività alla formulazione di diagnosi mediche, particolarmente utili negli stati di emergenza.Una seduta-consolle metterà in collegamento il personale di volo o il viaggiatore che ha bisogno di un primo soccorso con il medico specialista del caso che fornisce assistenza da terra. La sperimentazione di questo nuovo servizio dovrebbe partire a breve presso l’Aviazione Generale a Milano Linate.

Sui velivoli ci sono, comunque, sempre kit medici di emergenza che contiene una dotazione di farmaci per patologie come ansia, dolori addominali, coliche; ci sono anche attrezzature di pronto soccorso come cerotti, bende, garze, disinfettanti. Variano da compagnia a compagnia e, negli aerei più grandi e moderni, è presente anche un defibrillatore cardiaco, uno strumento che serve per affrontare i disturbi del ritmo del cuore ( si stima che ogni anno nel mondo muoiono da 500 a 1000 persone per infarto nell’ ambito dei viaggi in aereo) che in alcune nazioni può essere usato dal personale di bordo opportunamente addestrato.

Alcune compagnie tengono a bordo dei propri aerei una cassetta supplementare che contiene strumenti specializzati (come siringhe da insulina, attrezzi chirurgici, soluzione fisiologica, sondini, cateteri vescicali), la quale può essere utilizzata soltanto da un eventuale medico che si trovi tra i passeggeri.

La sperimentazione del servizio lanciato da Ata, a quanto si apprende, potrebbe partire presso l’Aviazione Generale a Milano Linate forse già nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *