Dalla regione Puglia 10 milioni di euro per premiare le imprese tecnologiche e creative

L’avviso, spiega una nota di Regione Puglia, si rivolge alle aziende piccole (fino a 49 addetti) e piccolissime (non piu’ di 9 addetti), gia’ operative, cioe’ costituite nei cinque anni precedenti alla presentazione della domanda. Il requisito più importante è che siano innovative , in particolare, che abbiano dedicato a ricerca e sviluppo una parte consistente dei costi operativi (almeno il 15% del totale). Innovativi devono essere anche i settori nei quali operano: materiali avanzati, aerospazio e aeronautica, Ict (Tecnologia dell’informazione e della comunicazione), logistica avanzata, ambienterisparmio energetico, salute dell’uomo e biotecnologie, agroalimentare, sistemi avanzati di manifattura nel settore tessile, della moda, del legno e arredo, della tecnoilluminazione e della meccatronica, tutti comparti fortemente strategici per la Puglia.

Grande attenzione nella valutazione dei progetti, prosegue la nota, sara’ riservata al potenziale innovativo della proposta secondo un concetto di innovazione che diventa sempre piu’ ampio.
”Nelle nostre politiche di sostegno al sistema delle imprese – dichiara la vicepresidente della Regione Puglia e assessore allo sviluppo economico Loredana Capone – vogliamo valorizzare talenti, ricerca e creativita’. Intendiamo promuovere un’idea piu’ ampia di innovazione che comprende, tra le sue fonti, non solo la ricerca e la tecnologia ma anche la creativita’.

Sono le idee originali a generare nuove opportunita’ economiche. E noi vogliamo aiutarle con i nostri incentivi perche’ l’uscita dalla crisi e lo stesso sviluppo economico hanno bisogno di viaggiare su un motore nuovo: questo motore per noi e’ la creativita”’. Ancora una volta la Puglia insiste sulla ricerca e sulla qualità per offrire prodotti e soluzioni sempre più avanzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *