Google apre un centro di ricerca a Parigi: nuovi posti di lavoro per giovani ingegneri

Google si appresta ad inaugurare in Francia e precisamente a Parigi un importante centro di ricerca e sviluppo. Il progetto prevede anche la creazione di un istituto culturale europeo. L’annuncio di questi due ambiziosi progetti è arrivato oggi in occasione dell’incontro all’Eliseo tra il presidente francese Nicolas Sarkozy e l’amministratore delegato di Google Eric Schmidt.
Due iniziative importanti che se da una parte rientrano nel piano francese di investimento, dall’altra incontrano la volontà del noto motore di ricerca di puntare sulle università e proporre corsi di formazione agli imprenditori e ai ricercatori francesi nel settore delle nuove tecnologie.

“Il nuovo centro – ha spiegato in un comunicato stampa Schmidt – permetterà di accrescere gli sforzi di ricerca e sviluppo in Francia e di occupare ingegneri di talento e neo-diplomati delle università francesi”.
Il centro, che dovrebbe essere inaugurato “nel corso del 2011″, arruolerà “giovani appena usciti dall’università”, ha detto ancora il numero uno di Google, senza rivelare il luogo in cui sorgerà.

Un investimento di milioni di dollari è previsto invece per la realizzazione e l’avvio dell’istituto culturale europeo, il cui obiettivo sarà quello di occuparsi dell’accelerazione della digitalizzazione di libri, magazine e documenti.

Obiettivo sarà quello di occuparsi “dell’accelerazione della digitalizzazione di libri, magazine e documenti”. Spiegando perché Google avesse scelto proprio la Francia, Schmidt ha detto che “il Paese ha adottato internet in modo molto rapido, mentre il mercato della pubblicità è uno dei più sofisticati”. “Inoltre – ha continuato – i francesi amano Google sempre di più”.

. L’azienda Usa vuole anche lanciare un programma per consentire alle Pmi di “trarre il massimo del profitto dalle nuove tecnologie per la loro crescita”. Soddisfazione per queste iniziative è stata espressa da Sarkozy. “Dimostrano che il nostro territorio è attrattivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *