Il D30 supertecnologico salverà la vita dei soldati: ecco il video


Le protezioni sportive che salvano la vita ai soldati. Scienziati inglesi cercano di adattare il D30
Caricato da Apcom-Video.
Una tecnologia nata per gli sportivi potrebbe salvare le vite dei soldati. In Inghilterra gli scienziati sono al lavoro col ministero della Difesa per cercare di adattare il D30, una delle tecnologie più recenti con cui si costruiscono protezioni per gli sportivi, ad usi militari, trasformandolo in rivestimento anti proiettile.
Nelle diverse discipline sportive siamo abituati a vedere i paracolpi più diversi indossati dai giocatori per proteggersi le zone più a rischio d’impatto che se non protette provocherebbero dolorose ripercussioni.
La moderna tecnologia arriva in soccorso anche per quanto riguarda i paracolpi che diventano un oggetto che verrà inserito all’interno dell’abbigliamento, posizionate in corrispondenza delle articolazioni, per dare una maggiore protezione contro cadute e scontri sul campo di gioco.
Questa tecnologia si chiama D30 ed attualmente è adottata da Quiksilver all’interno di un cappello per sciatori e snowborder, ma le protezioni sono state studiate e applicate per ogni tipo di sport.
Il vantaggio sta nel fatto che questi inserti protettivi restano morbidi e flessibili fino all’impatto: in quel momento diventano rigidi. Il segreto, spiega Richard Palmer, fondatore dei D30 labs, è nella struttura molecolare del polimero con cui è costruito questo materiale: è un silicone di tipo particolare, perchè è composto da un fluido non-newtoniano che cambia consistenza a seconda della forza che vi è applicata sopra, passando dallo stato morbido al duro come l’acciaio in un istante.

In principio c’erano i paracolpi nella culla, poi abbiamo indossato le ginocchiere per giocare a pallavolo o scorazzare sui pattini e adesso ecco che la tecnologia cancella con un colpo di spugna i tentativi dell’uomo di proteggersi dai colpi e dagli incidenti con una soluzione simile nella concezione a quanto usato (se usato) fino ad ora ma assolutamente innovativo nella realizzazione.
Si tratta infatti di patch inserite in articoli di abbigliamento sportivo e posizionate strategicamente in corrispondenza delle articolazioni, per proteggerle dall’eventualità di cadute accidentali.
La Quicksilver ha creato un berretto di lana con protezione incorporata per gli sciatori ma a breve sarà sicuramente sul mercato una vasta gamma di prodotti con protezioni D30.
sito del produttore: http://d3olab.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *