L'India lancia il nuovo mini ipad, costa solo 25 euro e aiuterà i cittadini poveri

ecco il video del mini ipad Indiano

Il ministro indiano per lo Sviluppo delle risorse umane, Kapil Sibal, ha presentato un computer ad energia solare  che costa solo 1.500 rupie, l’equivalente di 25 euro.  E’ stato ideato in India ed  entrera’ in commercio dal 2011. Avrà la forma simile a quella di un iBook e costerà circa 25 euro (1500 rupie). Il computer prenderà il nome di OLP (One Laptop Per Children) e rispecchierà appunto l’intento principale di dotare ogni studente di un proprio laptop per emanciparli e renderli competitivi nel mondo.  La presentazione di ieri del mini laptop ha consentito a tutti di visionarne le caratteristiche, che seppur essenziali e non avanzate come un personal computer cui tutti siamo abituati, ha tutte le funzioni essenziali a partire dal wi-fi, un lettore multimediale e la possibilità di installare programmi grazie alla memoria di 2Gb.

Si tratta di un computer pensato per essere economicamente alla portata degli studenti  e per offrire loro una migliore educazione sperando che con esso si possa superare il divario tecnologico fra cittadini ricchi e cittadini poveri.
Il microcomputer, dotato del sistema touch screen, è basato sul sistema operativo gratuito Linux e potrà funzionare anche a energia solare, eliminando molti problemi nelle zone rurali prive di corrente elettrica. Il ministro per le Risorse umane Kapil Sibal ha annunciato che installera’ un collegamento Internet a banda larga in tutti i 22.000 collegi del paese. Lo Stato provvedera’ a pagare la meta’ dei costi dei componenti.
Il brevetto è frutto di due anni di ricerca collettiva di diversi campus dell’Indian Institute of Tecnology (IIT), il vivaio degli informatici indiani, e dell’Indian Institute of Sciences di Bangalore, insieme ad alcuni enti governativi che promuovono l’uso dell’informatica nelle scuole. Infine, il peso: secondo quanto trapelato il dispositivo peserà 1,5 chili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *