Prima era solo fantascienza ora realtà: ecco il raggio laser che abbatte un aereo

La Raytheon ha presentato un laser antiaereo in grado di centrare e distruggere un velivolo. Ebbene si, la Marina Usa ha messo a punto cannoni antiaerei che sparano fasci di luce invisibili all’occhio umano, ma in grado di abbattere un aereo in volo. L’azienda ha svelato la nuova tecnologia al Farnborough International Air Show in Inghilterra. In un video sono state mostrate le immagini di un aereo senza pilota che improvvisamente prende fuoco. Ma non si tratta di un incidente: quell’aereo è appena stato colpito da un raggio invisibile: utilizza un fascio laser di 50 kilowatt ed è già stato (ovviamente) testato con successo su diversi aerei senza pilota. Il nuovo sistema di difesa – che non sarà disponibile fino al 2016 – si chiama Laser Close-In Weapon System (CIWS) ed è stato messo a punto dalla US Navy in collaborazione con la Raytheon Missilés Systems, una azienda specializzata in armi ad alta tecnologia. Per ‘produrre’ quel raggio laser è stata utilizzato del materiale solido (vetro, ceramica) capace di lanciare un ‘lampo’ di luce da 50 kilowatt, tanto potente da abbattere un aereo in volo. . Le forze militari Usa studiano i raggi laser come arma di difesa o di offesa dagli anni ’60. I primi esperimenti erano legati a laser chimici che consumavano enormi quantità di carburante, mentre i laser allo stato solido di oggi utilizzano una superficie in vetro o in materiale ceramico. Il cannone-laser è stato montato su una nave da guerra e ha ‘sparato’ un raggio invisibile che ha colpito e abbattuto un aereo ad oltre 3 chilometri di distanza. Il drone stava transitando ad una velocità di circa 500 km/h. Il presidente del Directed Energy Weapons di Raytheon, Mike Booen, si è detto soddisfattissimo delle prestazione del nuovo sistema-laser: “E’ più reale di Star Wars. Ora stiamo lavorando per renderlo disponibile anche sulle armi terrestri”. I fucili e le pistole che, come in Guerre Stellari, sparano lampi di luce sono ormai a un passo dal diventare realtà. Raytheon inizierà a integrarlo nei suoi sistemi di difesa antimissile sistemati sulle navi, dunque tra non molto potremmo trovarci davanti ad immagini del tipo di guerre stellari con la differenza che ora sarà tutto vero…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *