Materiali compositi innovativi: ecco il Corian

In questo articolo ci accuperemo di un materialee composito innovativo che sta avendo sempre più successo in svariati campi e soprattutto nel design di interni. Si chiama Corian ed è prodotto dalla Dupont. Prima di entrare nel dettaglio di questo materiale diamo un breve chiarimento sulla definizione dei materiali compositi e sui loro pregi.

Un materiale composito è qualunque tipo di materiale non presente in natura, caratterizzato da una struttura non omogenea, costituita dall’insieme di due o più sostanze diverse, fisicamente separate da un’interfaccia netta di spessore nullo e dotate di consistenti proprietà fisiche e chimiche differenti che rimangono separate e distinte a livello macroscopico e strutturale. I singoli materiali che formano i compositi sono chiamati costituenti: matrice e rinforzo.

La funzione principale della matrice nel composito è quella di “tenere insieme” le fibre, garantendo la coesione tra le fibre di uno stesso strato e tra strati adiacenti. Le matrici possono essere di varia natura, ad esempio: polimeriche, metalliche, ceramiche. Nei materiali compositi moderni si utilizzano soprattutto matrici polimeriche come le resine epossidiche, le stesse usate in alcuni adesivi e i poliesteri.

Che con l’uso di materiali compositi si potessero produrre materiali con proprietà meccaniche migliori rispetto a quelle dei singoli costituenti, era già’ noto agli antichi egizi che, migliaia di anni fa’, miscelavano paglia e fango per ottenere mattoni da costruzione più’ resistenti e meno fragili di quelli ottenuti da solo fango; e che le proprietà’ di un’asse di legno dipendano dalla direzione secondo la quale e’ sollecitata, è noto a chi, cercando di romperla, la dispone secondo la direzione che la vede opporre la minore resistenza.
Fibre di paglia, in un caso, e fibre di cellulosa, nell’altro, aggiunte al fango o alla lignina, non soltanto ne modificano le proprietà, ma ne consentono l’uso per compiti strutturali per i quali fango e lignina da soli sarebbero insufficienti.

E così, l’aggiunta di tondini di ferro al calcestruzzo impartisce al calcestruzzo armato resistenza alla trazione, e pertanto alla flessione, permettendone l’uso per la realizzazione di strutture soggette a carichi diversi, e l’uso di fibre ad elevate proprietà meccaniche consente di impiegare materiali polimerici per fabbricare aerei od automobili.
La combinazione di due o più’ materiali diversi in un materiale composito produce oggi materiali e strutture che trovano applicazioni vaste e sempre più numerose. In alcuni casi il materiale composito viene prodotto per impartire alla matrice che lo contiene proprietà genericamente migliori, in molti casi il materiale composito viene progettato in modo tale che le sue proprietà siano specifiche e volute.

Corian permette di avere a disposizione una superficie solida che attraverso la lavorazione può adattarsi a tutte le conformazioni richieste, il piano risultante appare completamente omogeneo e ben rifinito inoltre non permette l’assorbimento di fluidi e liquidi e quindi risulta molto pratico in cucina, molto facile da pulire e molto igienico. Un raffinato design e molta semplicità infatti le superfici in corian non hanno bisogno di rifiniture perché già pronte all’inserimento nel mobile di cucina con profili arrotondati e perfettamente adattabili ad ogni elemento.

Inventato e prodotto da DuPont, il Corian(R) e’ un composito avanzato di minerali naturali e polimeri acrilici per superfici da arredamento e architettura che offre molte prestazioni e una grande versatilita’ progettuale, essendo utilizzabile per applicazioni in ambienti residenziali e commerciali, dagli hotel agli ospedali, dai negozi agli yacht, dalla ristorazione agli aeroporti.

Lo troviamo in tutti gli ambienti in cui il design e le prestazioni di lunga durata sono importanti.
Il Corian® è un materiale estremamente malleabile: può essere intagliato, fresato o lavorato come il legno, modellato, termoformato o intarsiato. Essendo perfettamente uniforme, senza giunture visibili, la sua superficie si integra bene con altri materiali come piastrelle, acciaio, legno, granito e vetro.
Proprio per la sua grande adattabilità, designer e creativi di tutto il mondo lo prediligono sempre più per le loro soluzioni più innovative e per le finalità più diverse. Di seguito qualche esempio di utilizzo.

Essendo un materiale non poroso ed inerte, per tanto igienico, atossico ed ignifugo, il Corian® è particolarmente adatto all’inserimento nella zona bagno. Ne sa qualcosa Antonio Lupi, che ha fatto del Corian® il materiale principe per la produzione di vasche, lavelli e complementi d’arredo dal design innovativo e del tutto particolare.

Anche per quanto riguarda la manutenzione e la pulizia quotidiana, il Corian® risulta essere amatissimo perché non necessita di particolari cure: per mantenerlo pulito basta utilizzare un panno umido con una crema abrasiva leggera o un comune detergente. Quando curato con regolarità, il Corian® mantiene un aspetto nuovo per molti anni.

Per informazioni tecniche e curiosità: http://corian.it/Corian/it_IT/tech_info/technicalindex.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *